Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

POLITICA

As2, in gioco anche il fatturato

Il domino è innescato: Pd e civici separati in casa. Resa dei conti già fissata alle prossime elezioni

As2, in gioco anche il fatturato

Edoardo Gaffeo

Lui, in questo momento delicato, non parla con nessuno che non sia nella sua cerchia ristretta. Ma c’è chi assicura che il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo non abbia nessuna intenzione di convergere - in vista dell’assemblea dei soci di As2 fissata per lunedì - sul nome di Cristina Furfari, indicato dal Pd, tenendo a dritta la barra su Chiara Turolla. Una decisione che (salvo un nuovo rinvio alla ricerca di un accordo: del resto, per le nomine c’è tempo fino al 10 agosto) darebbe il via libera al centrodestra per votare da solo il nuovo consiglio di amministrazione dell’azienda di servizi strumentali, con Michele Dallagà (Occhiobello) indicato presidente, Pier Paolo Frigato in quota Lega e l’ingresso di Elena Perini a rappresentare Fratelli d’Italia.

Un’azione, però, che potrebbe portare il primo cittadino del capoluogo a mettere in atto la propria reazione. Che potrebbe essere anche scomposta: chi ha partecipato alle trattative, in queste lunghe settimane, assicura che più di una volta Gaffeo avrebbe minacciato di levare qualunque affidamento ad As2 nel caso in cui il nuovo cda non fosse a lui gradito. Un’arma fine-di-mondo che farebbe traballare e non poco i conti dell’azienda: il 28% del fatturato di As2 (che si occupa di servizi strumentali per i Comuni, dalla gestione delle multe degli autovelox in giù) è relativo ai lavori fatti per palazzo Nodari. Senza questi affidamenti, perderebbe quasi un terzo dei propri introiti, e a quel punto l’azienda rischierebbe grosso, anzi, diciamolo: perderebbe la gran parte della propria ragion d’essere.

Certo, un passaggio del genere il sindaco da solo non lo può portare avanti. Per levare gli affidamenti ad As2 bisognerà passare per il consiglio comunale, e non è affatto detto che la maggioranza sia disposta ad accettare una mossa del genere, dettata soltanto da una sorta di vendetta politica. Insomma, i numeri per Gaffeo potrebbero diventare ballerini, e la crisi - da “esterna”, cioè relativa ai rapporti con gli altri Comuni della provincia - potrebbe riverberarsi all’interno della maggioranza stessa, mettendo nuovamente in discussione il prosieguo dell’esperienza amministrativa.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy