Chioggia

Dolfin: “Pontile e attracco nel degrado”

Il consigliere comunale della Lega: “Quella passerella va rimossa e l’imbarcadero deve essere recuperato e modernizzato”

Dolfin: “Pontile e attracco nel degrado”

05/08/2021

CHIOGGIA - Nel più completo degrado il pontile di legno a ridosso dell’imbarcadero dell’Actv, il consigliere comunale della Lega Marco Dolfin protesta: “Va sistemato o rimosso, deturpa una delle zone più belle di Chioggia”.

Un pontile che è lì da almeno 15 anni e che rappresenta, ormai, un pessimo biglietto da visita per i tanti visitatori e pendolari che giungono a Chioggia dalla laguna usando il vaporetto di Actv. “Un vero monumento alla bruttura situato nel posto più folcloristico della città - prosegue Dolfin - un obbrobrio anche per noi residenti che, nonostante le tante segnalazioni negli anni, siamo stati costretti a veder peggiorare costantemente fino ad arrivare alla situazione attuale. Va rimosso quanto prima, anche perché è assolutamente inutile”. Un compito che ormai, visto l’avvicinarsi delle elezioni, spetterà alla prossima amministrazione comunale. Ma oltre allo smantellamento del pontile di legno, molte sono le cose da sistemare in piazzetta Vigo, uno degli scorci più belli del centro storico.

“L’intera area in questione va rivista - il parere di Dolfin - e c’è assoluta necessità di trovare spazi idonei per i tanti mezzi dei pendolari (cicli e moto che ora sono parcheggiati sulla riva Merlin). E’ anche doveroso ragionare in un possibile e più consono approdo dei mezzi natanti di linea dell’Actv. E’ evidente che l’imbarcadero attuale dev’essere rivisto e ammodernato, soprattutto in funzione dei flussi dei tanti turisti, nel periodo primaverile e estivo dove code e confusione, spesso, la fanno da padrona”. Ultima stoccata Dolfin la riserva alla Sovraintendenza veneziana: “Quel ponte è ormai un relitto – conclude – mi chiedo come sia possibile che, con mille vincoli e obblighi, dettati dagli enti superiori e che la nostra città è obbligata a rispettare, nessuno di questi si sia fatto vivo e abbia preso in mano la questione chiedendo di toglierlo o di farne un uso migliore. Eppure quando c’è da fare qualche miglioria soprattutto in centro storico i dettami e le regole si sprecano e a volte rallentano in maniera impressionante la programmazione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0