Chioggia

Ravagnan, il guru del meteo "regala" due medaglie alla Spagna

Riccardo Ravagnan, weather strategist della squadra spagnola di vela, felice per i due bronzi conquistati dagli iberici

Ravagnan, il guru del meteo "regala" due medaglie alla Spagna

06/08/2021

CHIOGGIA - E' proprio una tradizione storica e una passione viscerale quella della vela per i chioggiotti. Lo testimonia il settimo posto di Silvia Zennaro, celebrata ieri a Chioggia dall'amministrazione comunale per il settimo posto nella specialità Laser Radial alle Olimpiadi di Tokyo. Ma, se possibile, ancor di più i due bronzi che Riccardo Ravagnan, il "weather strategist" della squadra di vela spagnola, ha messo al collo grazie alle ottime prestazioni nei Finn e nel doppio 470 maschile.

Le due medaglie dell'Equipo Olímpico de España hanno un po' di Tricolore, visto che a Ravagnan è stato affidato il compito di preparare atleti e tecnici spagnoli per le regate nella Baia di Enoshima, illustrando loro gli scenari metereologici e ambientali che avrebbero trovato in gara e supportandoli durante le regate nella definizione di una strategia vincente. Una missione compiuta con successo: due medaglie e tante emozioni. Un bottino niente male per l’analista meteo-ambientale alla sua prima Olimpiade da protagonista. Per quasi un mese Ravagnan ha vissuto a stretto contatto con i componenti della squadra olimpica spagnola tra analisi, briefing e debriefing, sopralluoghi, bollettini e uscite in mare.

Un lavoro delicato non solo nell’interpretazione dei dati, ma anche nella comunicazione degli stessi al team. “Durante le Olimpiadi è inevitabile accumulare un po’ di stress. Gli atleti sono esseri umani e la componente psicologica è fondamentale. Saper mettere a proprio agio il proprio interlocutore, instaurare con lui un rapporto di fiducia è importante quanto un’accurata analisi meteorologica”, ha svelato Ravagnan, che nel ruolo di weather strategist non ha mai trascurato l’aspetto psicologico, collegato al comfort e alla sicurezza durante la performance.

Sono molto felice che le mie analisi siano state d’aiuto alla Spagna, che mi ha fatto sentire a casa e che ringrazio per aver creduto in me”, ha dichiarato Riccardo, chiamato fin dal suo approdo in Giappone a confrontarsi con i timori generali per l’arrivo del tifone. “E' stato un fenomeno che come gli altri abbiamo monitorato e studiato, potendo contare sulle tecnologie e sui team di Meteomed e nPhysis, due realtà (una specializzata nei modelli matematici, una per l’elaborazione dei dati) con cui lavoro da tempo”, conclude Ravagnan, che si dice “pronto per un nuova avventura”.
 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0