Cavarzere

I saluti di Tommasi all'ultimo consiglio

Il sindaco in aula ha voluto ricordare i consiglieri scomparsi in questi anni e fare un in bocco al lupo a chi gli succederà

I saluti di Tommasi all'ultimo consiglio

Henri Tommasi, sindaco di Cavarzere

13/08/2021

CAVARZERE - Giovedì scorso si è tenuto l’ultimo consiglio comunale dell’amministrazione Tommasi: i due punti all’ordine del giorno sono stati approvati dalla maggioranza e, al termine della seduta, il primo cittadino ha ringraziato tutti, con un incoraggiamento per le prossime elezioni: “Faccio un imbocca al lupo a chi inizierà ad amministrare, a prescindere dal colore politico”.

La prima parte della seduta ha visto l’adozione della variante numero 5 al piano degli interventi; l’argomento è stato presentato dall’assessore all’Urbanistica Catia Paparella, che ha sottolineato l’impegno degli architetti Federico Pugina, dirigente del settore, e Matteo Saccon, per essersi prodigati e aver raggiunto gli obiettivi prefissati come ufficio urbanistica. “Questa delibera chiude il cerchio, dopo l’approvazione del Regolamento edilizio tipo (Ret), il consumo di suolo e ora con il registro comunale elettronico dei crediti edilizi (Recred) - ha informato Paparella - il comune si trova in linea con gli obiettivi impartiti dalla regione Veneto”.

Come detto, quello di giovedì scorso è stato l’ultimo consiglio comunale per l’amministrazione Tommasi - salvo imprevisti - e a questo proposito il sindaco, al termine della seduta, ha voluto ringraziare i dipendenti comunali, gli assessori, ma anche i componenti del cda della casa di riposo per la gestione dell’Ipab Andrea Danielato. E non solo: “Ringrazio tutti i consiglieri di tutti questi dieci anni - ha detto Tommasi - non solo quelli di maggioranza, ma anche quelli di minoranza perché ricordiamoci che tante volte le critiche sono costruttive e possono sempre essere utili”. “Il mio pensiero va in particolar modo ai consiglieri che ci hanno lasciato in questi anni: Ernesto Sartori nella mia prima legislatura, Roberta Crepaldi e Lorenzo Baracco - ha concluso Tommasi -faccio un imbocca al lupo a chi inizierà il percorso per amministrare la città nel prossimo ottobre, a prescindere dal colore politico, perché l’importante è l’interesse della comunità e del bene pubblico”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0