Viabilità a Rosolina

L'incrocio maledetto sulla Romea, residenti disperati

Non è segnalata la possibilità di immettersi sulla statale verso Chioggia

Non c'è pace per gli abitanti di via Adige, quel maledetto incrocio sulla Romea è ancora senza soluzione

16/08/2021

ROSOLINA - Non c'è un'indicazione verso Chioggia e chi si trova nell'incrocio "maledetto" per i residenti, deve decidere se immettersi sulla Romea o fare un giro del perdono. Un residente di Rosolina scrive dell'incrocio tra via Adige e la statale Romea. "Per coloro che si devono dirigere verso Chioggia (verso sinistra) l’attuale sindaco e la sua giunta non hanno previsto nessuna possibilità di immissione attraverso questo incrocio lasciando un vuoto... libero arbitrio. Difatti non esiste nessuna indicazione che suggerisca quale percorso intraprendere per dirigersi verso Chioggia scaricando sugli automobilisti la responsabilità di ogni decisione", scrive il lettore di Chioggiaindiretta.

"Scrivo dal comune di Rosolina per aggiornarvi riguardo la situazione di Via Adige e del famigerato incrocio con la statale Romea. In primis il rifacimento del ponte sull’Adige è terminato e la viabilità è ritornata alla normalità, e questa è una buona notizia. Poi, vi ricordate il lampione spento da anni, ma comunque pagato col denaro pubblico, presente nell’incrocio tra Via Adige e la SS Romea, oggetto di innumerevoli segnalazioni da parte degli abitanti di Via Adige...bene. Finalmente il sindaco e giunta di Rosolina hanno proceduto ad installare un nuovo punto luce “funzionante” nel suddetto incrocio. Finalmente, e ribadiamo finalmente, la giunta rosolinese con questa installazione ha sanato un “Vulnus”, a danno dei cittadini, che si perpetrava da anni e causa di grande disagio, pericolo e frustrazione. Ma ad ogni buona notizia, purtroppo, si rileva ancora, da parte dei cittadini di Via Adige, una situazione di grave pericolo per immettersi nella statale attraverso l’incrocio nuovamente “incriminato”", sono le parole di un residente, Stefano Liviero.

"Tale pericolo e da imputarsi ad una scarsa visibilità per immettersi in statale dovuto all’eccessiva altezza del nuovo guardrail presente lungo il ponte sul fiume Adige, che costringe chi deve immettersi nella statale a sporgersi oltre la linea dello stop (come noterete dalla foto è praticamente impossibile fermarsi sulla linea dello stop perché troppo arretrata rispetto al guardrail per cui ci si deve sporgere per forza oltre il consentito). Questo succede a chi si immette e si dirige verso Rosolina (verso destra) - continua il residente - Per coloro che si devono dirigere verso Chioggia (verso sinistra) l’attuale sindaco e la sua giunta non hanno previsto nessuna possibilità di immissione attraverso questo incrocio lasciando un vuoto...libero arbitrio. Difatti non esiste nessuna indicazione che suggerisca quale percorso intraprendere per dirigersi verso Chioggia scaricando sugli automobilisti lo responsabilità di ogni decisione".

"A quanto pare l’attuale sindaco e giunta rosolinese, a fine mandato, ha risolto, dopo una decennale latitanza, alcuni problemi, ma ne lascia, al futuro sindaco e ai cittadini di Via Adige, altri di non meno facile soluzione da affrontare e risolvere come appunto: l’incrocio pericoloso con la ss Romea, l’assenza di indicazioni chiare per chi si deve dirigere verso Chioggia, Via Adige con il manto stradale sconnesso o rimosso, i rifiuti sul bordo strada. Ci affidiamo quindi, con fiducia, al prossimo sindaco, giunta e consiglio comunale di Rosolina, con spirito di collaborazione e volontà di dialogo, al fine di affrontare e risolvere le problematiche che affliggono Via Adige e i suoi abitanti".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0