ELEZIONI

Gazebi politici vietati al mercato: “Assurdo”

Dolfin: “E’ un’area di per sé piena di gente”. Boscolo Capon: “E gli assembramenti per i fuochi?”

Gazebi vietati al mercato: “Assurdo”

20/08/2021

CHIOGGIA – Corso del Popolo off limits il giovedì di mercato per i banchetti elettorali. La prima polemica di questa tornata elettorale è servita. L’amministrazione comunale nega infatti ai partiti la possibilità che si possano installare postazioni elettorali durante il tradizionale mercato del giovedì. Un momento in cui corso del Popolo è pieno di cittadini: probabilmente il momento migliore per spiegare alla popolazione idee e programmi da sviluppare in caso di elezione.

“Al mercato ci sono centinaia di persone – commenta il consigliere comunale e regionale Marco Dolfin – e il problema sono i banchetti elettorali? Già il tempo scarseggia e sarà molto difficile fare campagna elettorale, se poi ci troviamo davanti anche a queste regole assurde la cosa diventa quasi impossibile”.

Le motivazioni ovviamente del diniego sono legate al Covid 19 e al tentativo di limitarne la diffusione. I banchetti elettorali potranno essere collocati il giovedì alle porte di Chioggia, in campo Marconi. “Praticamente in mezzo alla strada – continua il consigliere Dolfin - dove io personalmente ho già preso tre multe. In questo modo si impedisce ai cittadini di poter discutere con i protagonisti della tornata elettorale e di conoscere i futuri candidati sindaci. Non ne faccio solo una questione personale della Lega, è un problema che riguarda tutti. E’ assurdo fare una limitazione del genere in un mercato che è già strapieno di gente. Con questa logica non si dovrebbe fare nemmeno quello”.

Dello stesso parere il consigliere di Forza Italia Beniamino Boscolo Capon: “Se c’è già un evento come il mercato o come i fuochi d’artificio – spiega – non è che l’assembramento si rischia perché ci sono i banchetti elettorali. Il rischio di assembramento è l’evento stesso. Quindi non sono d’accordo con la scelta del sindaco Ferro: si doveva dare l’ok ovviamente con tutta una serie di limitazioni e regole da seguire”. “Oltretutto – conclude Dolfin – ai fuochi d’artificio c’erano assembramenti e tantissime persone senza mascherina, eppure niente sappiamo sui controlli del greenpass e sulle multe. Su questo l’amministrazione tace, sui banchetti elettorali invece no”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0