Chioggia

"Il verde diventi una priorità per Chioggia"

Boscolo Pantalin e Penzo di Obbiettivo Chioggia: "Nonostante l'approvazione del Regolamento sul verde, non è mai stato applicato"

"Il verde diventi una priorità per Chioggia"

22/08/2021

CHIOGGIA - “La gestione del verde negli ultimi anni non è stata ottimale. Pur essendo stato approvato ormai da qualche anno il Regolamento del verde, è stata la stessa amministrazione comunale in primis a non applicarlo". Lo sottolinea Erika Boscolo Pantalin, candidata consigliere nella lista Obbiettivo Chioggia, da sempre impegnata per il miglioramento del verde a Chioggia. "Non è stata rispettata la legge 113 del 1992, che obbliga a porre un albero a dimora entro 6 mesi dalla registrazione dei neonati, non c’è nemmeno stata la pubblicazione del bilancio arboreo, previsto sempre dalla stessa legge, dove si deve rendere noto il numero di alberi ad inizio mandato e al termine dello stesso e si da conto dello stato di consistenza e manutenzione delle aree verdi" denuncia Boscolo Pantalin.

"Per Obbiettivo Chioggia è di prioritaria importanza una maggior cura del verde, in particolare sono azioni basilari la ripiantumazione degli 80 alberi abbattuti ad inizio 2020, con la promessa, mai mantenuta da parte dell’amministrazione, che sarebbero stati ripiantati entro fine 2020 - spiega - il completamento del parco di Valli, la riqualificazione delle aiuole di viale Trieste, zona centrale, sede di molti hotel e quindi biglietto da visita per molti turisti, la riqualificazione ed ammodernamento dei parchi e giardini esistenti".

Alessandra Penzo, candidata sindaco di Obbiettivo Chioggia, aggiunge: “Crediamo fortemente nell’importanza del verde in città. E’ assodato che il verde migliora la qualità dell’aria, cattura polvere e pulviscolo, mitiga i rumori, se curato è fonte di abbellimento, fattore non secondario per una città a forte vocazione turistica, riduce lo stress e favorisce il benessere psicologico. Siamo nel 2021 ed è tempo che il verde diventi una vera priorità anche per la nostra città, non deve più essere considerato una spesa passiva, senza alcun ritorno, ma un vero e proprio investimento per i nostri figli e per lo sviluppo turistico ed ambientale della nostra già bellissima città. Noi di Obbiettivo Chioggia vogliamo che il verde venga utilizzato come strumento di arredo urbano, per realizzare una riqualifica green della città”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0