SOTTOMARINA

Bagni Europa, il futuro è Stella Maris

L’ex parco acquatico diventerà una coppia di piscine immerse nel verde. E la spiaggia è sempre più inclusiva

Bagni Europa, il futuro è Stella Maris

24/08/2021

SOTTOMARINA - I Bagni Europa sono gestiti dal titolare, Gianluca, che ha raccontato la storia della sua spiaggia e i futuri progetti in mente. “In realtà, questo è uno storico stabilimento che abbiamo preso solo dall’anno scorso quindi è stato un anno di transizione in cui però abbiamo lavorato moltissimo, sia con i stagionali che i giornalieri - le sue parole - come clientela, abbiamo molti chioggiotti ma anche tanti da Padova, Verona, Rovigo e Vicenza e anche qualche straniero. Devo dire che i giornalieri erano più limitati a causa della pandemia, ma siamo rimasti comunque molto contenti”. “Questa spiaggia ha un litorale molto esteso e inoltre, siamo stati molto attenti per il Covid, per questo abbiamo distanziato tutti gli ombrelloni e messo delle nuove capanne, cosa che è stata fondamentale considerata la situazione sanitaria - spiega - uno dei nostri pilastri fondamentali è l’inclusione e per questo abbiamo attrezzato la spiaggia con sedie a rotelle per la disabilità motoria, con sedie apposite per andare nell’acqua e abbiamo messo anche le postazioni specifiche per la disabilità con tanto di piattaforma. In questo modo, le persone che hanno un deficit sono davvero ben accolte. Quindi, possiamo dire di aver puntato su benessere e inclusione”.

Il nostro staff è giovane e competente perché abbiamo tutti ragazzi che hanno fatto la maturità o che stanno facendo l’università e abbiamo puntato anche su questo perché i ragazzi hanno moltissima voglia di lavorare - prosegue - per il prossimo anno ci saranno delle novità: la spiaggia cambierà il nome, che diventerà ‘Stella Maris’ e sicuramente manterremo il benessere e l’inclusione che abbiamo creato quest’anno e aggiungeremo anche maggiore sicurezza: le nostre torrette hanno già un personale qualificato e il prossimo anno vorremmo specializzarlo ancora di più. Infatti, noto che specializzarsi è importante nel mondo del lavoro e per questo cercheremo di dare ancora più qualifica ai nostri bagnini”.

“Per gli eventi abbiamo molte idee innovative ma ci siamo fermati a causa della pandemia ma sicuramente, non appena si potrà faremo qualcosa - annuncia Gianluca - a noi interessa molto anche l’ambiente della nostra spiaggia e per questo non è permesso fumare negli ombrelloni, ma solo in due zone apposite, questo per limitare l’inquinamento da mozziconi di sigaretta”.

Vicino ai bagni Europa, da moltissimi anni era possibile entrare alle Idrofollie, un piccolo parco acquatico pieno di piscine per bambini e due scivoli enormi. Ma da quest’anno il parco acquatico ha chiuso e il titolare ci rivela il progetto che le sostituirà: “Nella zona delle piscine abbiamo in mente un progetto bellissimo e ‘green’ che vorremmo sviluppare in un anno o due anni: verranno costruite due piscine immerse in uno spazio verde, perché abbiamo già una duna vicino e molta vegetazione che attutisce anche i rumori della strada, per questo mi piace dire che questa è davvero una spiaggia che va ‘ascoltata’. Quindi, verrà demolito tutto ciò che c’è adesso per creare uno spazio completamente nuovo. Molti hanno criticato la chiusura delle Idrofollie, ma era rimasta solo una vecchia struttura e noi preferiamo offrire una cosa nuova all’aria aperta”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0