LA POLEMICA

Sui treni Dolfin attacca il Pd “C’è chi ha dormito da sempre”

Il consigliere regionale della Lega non accetta critiche sulle tratte per cui la regione ha ampliato i fondi

Dolfin: “Dietro agli abusivi c’è la criminalità”

11/09/2021

CHIOGGIA – Dolfin contro Montanariello: “Persa una buona occasione per tacere”. E’ scontro tra i due consiglieri regionali della Lega e del Pd. Montanariello, qualche giorno fa, aveva accusato la Regione di avere dormito sulla linea ferroviaria Chioggia – Rovigo e che i 10 milioni di euro stanziati per l’acquisto dei nuovo convogli ferroviari ibridi non poteva cancellare anni di poca attenzione sulla tratta. “Il pretesto per dire qualcosa c’è sempre – esordisce Dolfin – quando invece sarebbe meglio tacere. Si stanziano 10 milioni per dare maggiore risposta alla clientela, all’ambiente, al territorio, e si fa comunque polemica. Se la Regione ha dormito per 20 anni è doveroso ricordare che c’è chi è in letargo profondo da sempre. Ricordo infatti che la Regione non gestisce la tratta dal punto di vista logistico, non ha nemmeno competenza dal punto di vista strutturale. La competenza è di Rfi, ossia del Ministero dei Trasporti e quindi del Governo. La Regione gestisce solo il servizio mettendo i treni. Sarebbe stato doveroso che il Governo avesse anche pensato di investire sulla tratta elettrificandola”.

La Chioggia – Rovigo presenta molte criticità: “A partire dai costi fissi – continua Dolfin – che sono di 8,5 euro al km, senza dimenticare lo scarso utilizzo. La poca incisività dell’amministrazione comunale ha poi portato ai pochissimi investimenti che abbiamo visto in questi anni. Sulla gara queste considerazioni non potranno non pesare. Una gara, tra l’altro, che sarà europea, con dei paletti ben precisi e dove è stata inserita la possibilità di utilizzare, nelle fasce orarie poco appetibili, il servizio bus portando il costo fisso da 8,5 a 4,5 al km. Tenendo in considerazione tutto questo è comunque doveroso avere in dotazione questi nuovi mezzi, ma è anche vero che bisogna cominciare a ragionare sulla progettualità di un collegamento con Padova e Venezia. Serve un progetto che colleghi la tratta di Chioggia con la linea ferrata già esistente a Corezzola”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0