Chioggia

“Spero che possano piangere di gioia”

Mattia Mazza, in arte Rey Mason: “Mio padre lavora all’Angelo di Mestre e ha conosciuto i genitori di Raffaella: è nato tutto da lì”

“Spero che possano piangere di gioia”

15/09/2021

CHIOGGIA – “Non potevo ignorare la richiesta dei genitori di Raffaella”. Mattia Mazza, in arte Rey Mason, è l’autore della canzone “Una vita” dedicata alla 16enne chioggiotta in coma dal 12 agosto scorso dopo un incidente nautico.

E’ lo stesso Mattia Mazza a raccontare come si è arrivati alla realizzazione della canzone. “Io sono calabrese, ma vivo a Dolo da 5 anni dove lavoro come impiegato – spiega – ho l’hobby della musica e questa estate ho reso pubblico il mio primo singolo. Mio padre lavora come guardia all’ospedale dell’Angelo di Mestre dove Raffaella è stata ricoverata dopo l’incidente. Tra i genitori e mio padre è nata una bella amicizia e gli ha parlato della mia passione per la musica. Così è nata questa richiesta spontanea di incidere una canzone da far ascoltare a Raffaella. L’ho composta in due giorni e affidata ai genitori. Poi è stato fatto un video su YouTube perché volevano che fosse condivisa anche da altri parenti e amici vicini a Raffaella in questo momento così difficile. Spero che le parole della mia canzone possano essere di supporto alla famiglia in questo momento così delicato”.

La canzone è già stata fatta sentire alla 16enne che, da una quindicina di giorni, è stata trasferita all’ospedale di Chioggia dove la famiglia può starle accanto più facilmente. La speranza è che, come già accaduto in altri casi, la sfortunata ragazza possa svegliarsi dal suo torpore ascoltando la canzone a lei dedicata.

Raffaella ha subito un grave incidente nautico lo scorso 12 agosto: era in barca con amici di ritorno da Pellestrina quando, per motivi in corso di accertamento, il mezzo è finito contro una briccola. La sedicenne ha avuto la peggio: ha sbattuto violentemente la testa ed è stata trasportata in gravi condizioni all’ospedale di Mestre dove è stata operata al cervello. Nel testo Mattia si rivolge direttamente a Raffaella: “I tuoi genitori piangono, pregano, sperano. Falli piangere di gioia ma non di tristezza. Basta un battito di ciglia, muovi le dita. Resta aggrappata alla vita, corri in salita”. Parole che hanno commosso il popolo del web, con la canzone che ha fatto rapidamente il giro dei principali social network.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0