Chioggia

In mille a Chioggia per la Alì Family Run

Una giornata di sport e festa per la manifestazione sportiva. Ha partecipato anche il sindaco Armelao

09/10/2021

CHIOGGIA – Nemmeno il forte vento di Bora ha fermato la seconda edizione dell’Alì Family Run: un migliaio i corridori dilettanti partiti da Isola dell’Unione. Tra i partecipanti c’era anche il neo sindaco Mauro Armelao: “Una bellissima giornata di festa e sport con tanti giovani e bambini, immagine eloquente della voglia di ripartire dopo il periodo buio e difficile che abbiamo passato – le parole del primo cittadino - ringrazio Venicemarathon per il magnifico lavoro svolto, il Rotary, le associazioni che collaborano e l’amministrazione uscente che ha reso possibile questa manifestazione, che noi continueremo a portare avanti. Lo sport è vita, per cui viva lo sport!”.

La bella giornata di sole, anche se caratterizzata da una fortissima bora, ha favorito comunque tante iscrizioni, fino a poco prima della partenza. Famiglie con bambini, passeggini e animali domestici ed intere classi di studenti hanno trasformato il campo sportivo "Isola dell’Unione" in una allegra festa di sport, e una scatenata folla di partecipanti che si è riversata lungo il bacino del Lusenzo e nel centro storico di Chioggia.

Arrivo spalla a spalla tra Alessandro Civiero e Luca Polello, seguiti da Paolo Ferrari, tutti e tre studenti del "Veronese". In campo femminile, quest’anno è riuscita a strappare la vittoria Gaia Oselladore, la sedicenne giunta seconda nel 2019 e studentessa di Scienze Umane Sportivo del liceo "Veronese". Dietro di lei Zoja Veronese e Diletta Natalicchio. Il premio di istituto più numeroso è stato assegnato anche quest’anno all’Istituto Superiore “Veronese – Marconi” con 270 iscritti e il trofeo Alì è stato ritirato dal professor Federico Marotto. Sono stati premiati inoltre anche gli istituti comprensivi “Chioggia 2” e “Chioggia 5". Presenti anche moltissimi genitori, tra i quali spicca il gruppetto formato dai genitori della scuola Merlin. Complessivamente hanno partecipato un migliaio di atleti.

La manifestazione è stata salutata anche dal fiduciario Coni Matteo Perini, dal presidente del Rotary Chioggia Massimo Mazzucco. Le t-shirt bianche indossate da tutti i concorrenti con il logo “End Polio Now” questa mattina ricordavano l’importantissima battaglia a livello globale che il Rotary sta portando avanti nella lotta alla poliomielite. Il distretto 2060 ha infatti deciso di continuare la sua campagna di sensibilizzazione anche attraverso le Alì Family Run oltre che la Venicemararthon. Infine, come sempre, la manifestazione ha anche una forte vocazione solidale: parte del ricavato delle adesioni verrà destinato agli istituti scolastici partecipanti e a favore del progetto di Alex Zanardi “Obiettivo3”, nato per favorire e sostenere l’avviamento allo sport ad atleti disabili. La manifestazione è inoltre supportata dalla Fondazione tedesca Ingeborg-Gross.

Dopo la tappa di Chioggia sarà la volta di Dolo-Riviera del Brenta sabato 16 ottobre e il gran finale a Mestre - Parco San Giuliano, sabato 23 ottobre, giorno della vigilia della Venicemaratrhon. La tappa di Chioggia è stata co-organizzata da Venicemarathon e dalla Città di Chioggia, con la collaborazione dell’Asd Marathon Cavalli Marini Chioggia, dell'Union Clodiense, della Polizia Locale, della Protezione Civile, dei Bersaglieri, dell’Enaip (scuola di Formazione Professionale di Chioggia) e dell’Associazione “Il Sorriso”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0