Chioggia

"Cognome del marito tra le candidate: un salto indietro"

L'associazione ArTe Amare Chioggia stigmatizza la decisione di una lista di mettere il cognome del marito accanto a quello delle candidate

"Cognome del marito tra le candidate: un salto indietro"

10/10/2021

CHIOGGIA - L’associazione ArTe Amare Chioggia, formata da donne che da anni si occupano di varie questioni sociali della città, come ad esempio l’ambiente, rivendica il ruolo della donna facendo riferimento alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre. “La subordinazione delle donne al potere maschile è stata sempre accompagnata dalla demolizione simbolica della figura femminile - premettono - in primo luogo la favola del sesso debole, fatuo e frivolo, incapace di autogestirsi, bisognoso della protezione di un uomo. Nel corso dei secoli in molte si sono ribellate a questa condizione di minorità, ma una rivolta di massa si è avuta negli anni Settanta del Novecento, quando le donne, non solo in Occidente, hanno lottato per affermare la loro autorità, il loro valore, la loro sapienza, la loro libertà dall’assoggettamento patriarcale".

"Uno degli importanti traguardi conseguiti è stata proprio la legge del 1975 sul diritto di famiglia, con la quale veniva finalmente abolito l’obbligo per le sole donne di assumere il cognome del marito, una volta sposate - aggiungono - una norma di grande significato simbolico, perché non è il nome di un uomo a darci dignità e identità, siamo noi ad affermare il nostro valore con il nostro pensiero e le nostre azioni. Siamo noi a scoprire e interpretare il mondo secondo le nostre misure, senza il filtro di un uomo che pensa e agisce anche per noi” continua l’associazione, che puntualizza anche un fatto legato alle elezioni: “Per tutto questo stupisce che una lista presentatasi alle ultime elezioni amministrative nella nostra città abbia rimesso le donne sotto l’autorità maritale, aggiungendo il nome del marito a quello delle candidate coniugate. A significare ancora che, secondo i promotori, tra la donna e la società civile e politica occorre la garanzia di un uomo. Un salto indietro di quasi mezzo secolo, la negazione di tante lotte". Un fatto che non è passato inosservato per chi da anni abita a Chioggia e lotta per i propri principi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0