Chioggia

Nuova amministrazione all’esame di cultura

Palazzo del Granaio e cinema Astra le priorità. E Donin soddisfatto per la riapertura al 100% dei teatri

Nuova amministrazione all’esame di cultura

12/10/2021

CHIOGGIA - Tornano i teatri al 100%: Arteven pronta a tornare in campo. Il direttore del circuito teatrale regionale Pierluca Donin ha scritto poche righe su Facebook per manifestare la propria soddisfazione per il ritorno alla normalità: “Da ieri - ha scritto - i teatri potranno ospitare gli spettatori senza distanziamento. Dobbiamo continuare a rispettare le sensibilità delle persone che vogliono riprendere a condividere arte e cultura. Ecco perché nei nostri teatri anche se potremmo portarli al 100% continueremo a fare attenzione alle modalità di accesso, a non creare assembramenti, a lasciare qualche posto vuoto per poter ospitare anche chi ha bisogno di un attimo di tempo in più per ritrovare l’energia che solo lo spettacolo in presenza può dare. I teatri di comunità servono anche per questo. Il teatro finalmente può ricominciare ad incastonarsi nella vostra vita anche se in verità non aveva mai smesso. Buon teatro”.

E Arteven ormai collabora con il Comune dal lontano 1994 e continuerà a farlo anche nei prossimi anni. A novembre dovrebbe partire la nuova rassegna teatrale autunnale e invernale della città e ad ospitarla sarà, come sempre, il teatro Don Bosco, l’unico a disposizione della città. E qui un ruolo fondamentale lo giocherà la giunta Armelao che avrà il compito di portare a termine il teatro Astra che la città aspetta da quasi 20 anni. Non solo: i cittadini si aspettano che vengano chiusi al più presto anche i lavori di palazzo Granaio per restituirlo alla città. La giunta pentastellata voleva trasformarlo in pinacoteca, la giunta di centrodestra procederà in questa direzione? E poi c’è anche la Loggia dei Bandi, attualmente chiusa, ma in posizione strategica proprio al centro di corso del Popolo.

Diventerà in punto Iat o avrà un ruolo in campo culturale? Tutte domande a cui dovrà dare una risposta la nuova amministrazione comunale. In campagna elettorale il Pd aveva avanzato l’idea della realizzazione di una cittadella della cultura. Mancano infatti contenitori in grado di ospitare eventi culturali. Oltre all’eterno teatro cinema Don Bosco, solo l’auditorium San Nicolò è in grado di ospitare eventi invernali. Le cose migliorano in estate quando è possibile utilizzare i chiostri e gli angoli all’aperto più suggestivi della città.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0