Cavarzere

Alluvione a Cavarzere, il libro sul 17 novembre 1951

Scritto da Vanni Bolzon, verrà presentato sabato 20 novembre alle 17 a palazzo Danielato su iniziativa del Comitato di Grignella

Alluvione a Cavarzere, il libro sul 17 novembre 1951

18/11/2021

CAVARZERE - “Diciassette novembre 1951, Passetto ore due e poi…”: è questo il titolo del libro di Vanni Bolzon che ricorda l’alluvione del 1951, la cui presentazione si terrà a Cavarzere sabato pomeriggio alle 17. Si tratta di una testimonianza scritta riguardante l’alluvione che sconvolse Polesine, e più in particolare su quello che successe a Cavarzere. Un ricordo messo nero su bianco per non dimenticare la catastrofe, al 70esimo anniversario dalla rottura dell’argine del Po, un evento che ha segnato profondamente la storia recente anche del paese con forti ripercussioni sul tessuto economico e sociale dei territori colpiti.

“A 70 anni dalla tragedia, anche Cavarzere ricorda, con la presentazione di questo bellissimo libro - ha commentato il sindaco Pierfancesco Munari, invitando i cittadini a partecipare alla presentazione del libro. “Mi auguro che i giovani possano studiare gli avvenimenti che hanno segnato drasticamente il futuro del nostro paese affinché il ricordo non svanisca - ha ribadito il primo cittadino - perché se viene ricordata come l’alluvione del Polesine, non dimentichiamoci che anche Cavarzere venne colpita duramente”.

La presentazione si terrà in sala convegni a palazzo Danielato, e sarà curata da Raffaella Pacchiega, mentre la prefazione del libro è a cura di Roberta Ferrarese. L’organizzazione dell’evento è stata promossa dal Comitato cittadino della frazione di Grignella, guidato dal presidente Gervasio Pivaro. L’incontro è patrocinato dall’amministrazione comunale, e parteciperanno il sindaco Pierfrancesco Munari, insieme all’assessore alla Cultura Ilaria Turatti. “Il libro è nato dalla necessità di non dimenticare, anche perché Grignella è stata la frazione più colpita. Il libro serve a tenere vivo il ricordo del disastro” ha spiegato Pivaro. Il Comitato di Grignella opera da 40 anni nel territorio comunale, con attività di intrattenimento culturali, sociali e ricreative e, come spiega il presidente, intende stringere un nuovo rapporto con la nuova amministrazione, che Pivaro ha sentitamente ringraziato per il patrocinio concesso riguardo alla presentazione del volume. L’ingresso all’incontro sarà consentito solo a chi esibirà il green pass in corso di validità, e vigerà l’obbligo di indossare la mascherina, anche da seduti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0