Cavarzere

Sinistra Italiana: “Puntiamo all’ospedale di comunità”

Alessandro Birolo, della segreteria del partito, dopo l'alienazione della Cittadella socio sanitaria

Sinistra Italiana: “Puntiamo all’ospedale di comunità”

23/11/2021

CAVARZERE - Privatizzazione della cittadella socio-sanitaria: “Servono proposte chiare e concrete sulle quali sviluppare una forte iniziativa unitaria per raggiungere vitali obiettivi per l’utenza”. Queste le affermazioni di Alessandro Birolo, della segreteria del circolo di Sinistra italiana di Cavarzere e Cona, che individua alcuni obbiettivi da ottenere dopo l’alienazione delle quote e degli immobili della Cittadella da parte dell’Ulss 3 Serenissima.

“Ad inizio novembre è giunto a conclusione il lungo iter tecnico-amministrativo finalizzato alla privatizzazione della cittadella socio-sanitaria di Cavarzere avviato dalla Regione Veneto a dicembre 2017 - ricorda Birolo - l’Ulss 3 ha venduto le sue quote e gli immobili dell’ex ospedale all’attuale gestore privato incassando 4,1 milioni di euro: 1 milione per le quote societarie e 3,1 milioni per gli immobili”.

Ora servono immediate iniziative politiche e amministrative per raggiungere questi unici, irrinunciabili e vitali obiettivi per l’utenza - precisa Birolo - vanno mantenuti e ampliati i sevizi socio sanitari resi agli abitanti di Cavarzere, Cona e dell’intera area sud della città metropolitana di Venezia; le risorse finanziarie introitate con la vendita della cittadella devono essere investite nel territorio Cavarzerano; nel Pnrr (Piano nazionale di resistenza e resilienza) presentato dall’Italia all’Europa è prevista la costruzione nel territorio nazionale di 1.350 ‘case delle comunità’ e 1.200 ‘ospedali di comunità’. Le strutture dell’ex ospedale sono ottimali per la realizzazione di almeno uno dei presidi sanitari previsti dal piano”. “Proposte chiare e concrete sulle quali sviluppare una forte iniziativa unitaria - conclude l’esponente di Sinistra italiana - coinvolgendo le forze politiche, sindacali, economiche e sociali presenti nel territorio”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0