INFRASTRUTTURE

Armelao a Roma per il porto rifugio e per forte San Felice

Consegnate le richieste dei pescatori al ministero delle Infrastrutture

Armelao a Roma per il porto rifugio e per forte San Felice

Il sindaco Mauro Armelao con il capodipartimento del ministero Ilaria Bramezza

24/11/2021

CHIOGGIA - Una puntatina a Roma per chiedere ai ministeri delle strutture necessarie per Chioggia. Il sindaco Mauro Armelao stamattina ha incontrato al Ministero delle Infrastrutture la dottoressa Ilaria Bramezza Capo Dipartimento per le Opere Pubbliche alla quale è stato consegnato il documento sottoscritto dal mondo unito della pesca e controfirmato dallo stesso sindaco che lo ha fatto diventare suo.

La priorità per il sindaco e per i pescatori e le loro famiglie è il completamento delle conche di navigazione e di un porto rifugio. Nei primi giorni di dicembre, infatti, Armelao incontrerà anche la commissaria per il Mose, Elisabetta Spitz, a Venezia e successivamente parteciperà ad un comitato tecnico insieme a sindaci, tecnici, provveditorato, ministero dove porterà anche su questo tavolo la voce dei pescatori e le loro richieste.

Buone notizie comunque dall’incontro odierno, dal mese di febbraio/marzo 2022 ripartiranno con ogni probabilità i lavori di completamento del Mose e la parola d’ordine per la nostra città sarà quella di partire proprio dalle conche di navigazione e dal porto rifugio. “I nostri pescatori dovranno avere garanzie per poter lavorare in sicurezza anche a Mose in funzione. Ho trovato la massima volontà di far squadra tra Sindaco e Mit - ha dichiarato il primo cittadino soddisfatto dall’incontro, e ottimista - Ho trovato nella dottoressa Bramezza non solo competenza e massima collaborazione, ma una sensibilità unica nei confronti dei pescatori di Chioggia”. Il sindaco ha quindi sottoscritto e consegnato il documento redatto dai pescatori.

Dopo aver fatto incontro al Ministero delle Infrastrutture è stata la volta dell’incontro al Ministero della Difesa, dove il sindaco ha incontrato i vertici della Task Force per la valorizzazione immobili per la riqualificazione del Forte di San Felice. Prossimamente verrà messa in calendario una riunione tecnica per definire le prossime attività da mettere in campo per tutta l’area del forte. “Una zona della città di Chioggia questa, che merita di essere valorizzata perché diventi finalmente patrimonio della città e di quanti vorranno visitarla”, ha concluso Mauro Armelao.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0