PARCHEGGI

Stop alle bici dentro il cimitero

Dolfin ringrazia l’amministratore unico di Sst Emanuele Mazzaro. “Ha preso di petto il problema”

Stop alle bici dentro il cimitero

24/11/2021

SOTTOMARINA – Stop alle biciclette all’interno del cimitero di Sottomarina, ora tocca ai parcheggi. Nei giorni scorsi sono stati installati dei dissuasori per biciclette e motorini negli ingressi del cimitero di Sottomarina dove, da tempo, i cittadini segnalano persone che entrano con il mezzo e, in alcuni casi, addirittura con il ciclomotore.

Una situazione che era diventata per molti insostenibile, tanto che Sst, la società comunale, ha provveduto su indicazione dell’amministrazione comunale a installare i dissuasori per impedire le entrate. “Ringrazio l’amministratore unico di Sst Emanuele Mazzaro che ha preso di petto il problema e lo ha risolto – spiega il consigliere comunale e regionale della Lega Marco Dolfin – dopo anni in cui la questione era rimasta in sospeso e si era permesso praticamente di tutto all’interno del cimitero, finalmente andiamo a mettere un freno alle scorribande di bici e motorini all’interno del cimitero. Ora il passo successivo dell’amministrazione comunale dovrebbe essere quella di regolare la sosta nel parcheggio esterno. Qui infatti non ci sono strisce blu a pagamento e molti turisti, nonché gli stessi cittadini, ne approfittano per parcheggiare la propria auto per ore e andare in centro a Sottomarina. Una situazione che non può più essere tollerata”.

Una soluzione potrebbe essere quella di introdurre anche qui le strisce blu a pagamento: “Si potrebbe – continua Dolfin – lasciare la prima ora di sosta gratis per chi veramente utilizza il parcheggio del cimitero per fare visita ai propri cari. Ma chi parcheggia lì solo per andare a fare una passeggiata o per comodità è giusto che paghi”.

E quello del cimitero di Sottomarina non è l’unico parcheggio a cui, secondo Dolfin, l’amministrazione dovrebbe mettere mano: “A Borgo San Giovanni – spiega ancora il consigliere – c’è tutta l’area ex Canevini che è nel più completo Far West. Li c’è solo il limite imposto dal disco orario, ma non si paga la sosta. E così tanti parcheggiano in quell’area senza alcun ticket e raggiungono facilmente il centro di Chioggia, mentre nel parcheggio dalla parte opposta della strada, con le strisce blu, ovviamente non parcheggia nessuno. Ora c’è una nuova amministrazione e credo sia giusto sistemare queste situazioni mai prese in considerazione negli anni precedenti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0