Calcio Prima categoria

Hermes: “Nel derby ce la metteremo tutta”

Il metronomo del Cavarzere sul derby di domenica prossima contro il Pettorazza

Hermes: “Nel derby ce la metteremo tutta”

22/03/2022

CAVARZERE - Il Cavarzere è sempre più vicino alla certezza matematica del salto in Promozione. Già, perché quando mancano appena 7 gare al termine del campionato (21 punti in palio), la capolista gode sempre di 10 punti di margine sul Pettorazza secondo, prossimo avversario domenica al “Di Rorai” in un derby dell’Adige che si preannuncia dai cuori fortissimi. Ciò significa che gli uomini di Mantoan, con una vittoria nel big match, si porterebbero parecchio avanti col lavoro e grazie ad altri tre punti nella gara successiva di Taglio di Po potrebbero persino stappare lo champagne domenica 3 aprile (ma servirebbe anche il contemporaneo ko del Pettorazza col San Marco). Oppure, più verosimilmente, sette giorni dopo davanti al proprio pubblico, contro il Due Stelle.

Insomma, con nove punti nelle prossime tre gare, a prescindere dai risultati del Pettorazza, la Promozione del Cavarzere sarà realtà. E ai biancazzurri, accelerare vincendo il derby, non dispiacerebbe affatto. “Lo speriamo di cuore e ce la metteremo tutta – confida il metronomo Yasser Hermes – quello contro il Pettorazza sarà un vero spettacolo, un derby sentitissimo dai tifosi. Chapeau per il cammino dei biancorossi, ma noi stiamo facendo un qualcosa di importante, da completare al più presto“. Hermes, peraltro, domenica potrebbe indossare la fascia da capitano, cosa che accade quando non partono titolari i senatori Lunardi (che domenica sarà squalificato), Berto e Munari.

“Ho fatto quattro o cinque partite da capitano – sorride il centrocampista scuola Adriese, già promosso dalla Prima alla Promozione nel 2019 con la maglia del Mesola, prima dell’approdo a Cavarzere – è una responsabilità da onorare, a maggior ragione se lo sarò nel derby. La rosa è ampia, anche se è un peccato che manchi Lunardi. Il nostro gruppo? Al di là di giocatori top per la categoria, è questo il vero ingrediente dei nostri record. Siamo coesi e umili, non guardiamo mai alla classifica degli avversari, come successo domenica nell’1-0 sul Cartura penultimo, ma diamo sempre tutto”. E, di questo cammino da record (le vittorie consecutive ora sono 11), il 25enne centrocampista dai piedi buoni è uno dei protagonisti, insostituibile davanti alla difesa. “Nasco come trequartista – chiude Hermes – ma da qualche anno ho arretrato il raggio d’azione e faccio più assist che gol (comunque 5 in stagione). Se poi arrivano anche quelli, tanto meglio”. Magari domenica, nella gara più importante.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0