Calcio Prima Categoria

Cavarzere-Pettorazza, derby da fascia tricolore

I sindaci Munari, centravanti biancazzurro e Bernardinello, vicepresidente biancorosso

Cavarzere-Pettorazza, derby da fascia tricolore

24/03/2022

CAVARZERE - Il derby Cavarzere-Pettorazza, in programma domenica, non sarà solo il big match tra le battistrada del girone G di Prima, la partita che potrebbe certificare la vittoria (quasi definitiva) del campionato dei veneziani o l’inizio di un’epica rimonta biancorossa. Questo incontro, infatti, mette a confronto due squadre che tra i propri tesserati hanno addirittura i sindaci dei rispettivi Comuni. Pierfrancesco Munari, 40 anni, primo cittadino di Cavarzere dallo scorso ottobre, continua a dare una mano ai suoi come attaccante di razza. Un caso più unico che raro in Italia, ulteriore record oltre a quelli che il Cavarzere sta centrando. Mentre Gianluca Bernardinello, 49 anni, sindaco di Pettorazza dal 2014, si “accontenta” di dare il suo apporto in qualità di vicepresidente. E, anche in questo caso, difficilmente una compagine dilettantistica (e non solo) può contare sul proprio sindaco ai vertici societari, segno ulteriore di una stagione da record anche per i biancorossi.

“In diversi casi un calciatore finita la carriera è diventato sindaco - sorride Munari - ma un primo cittadino che gioca nella squadra del paese che amministra credo sia un unicum, un grande orgoglio. Dopotutto, se già fare gol nella squadra della propria città era bello, riuscirci da sindaco diventa unico”. Per Munari, peraltro, il derby di domenica sarà una questione familiare, visto che ha militato nel Pettorazza dal 2011 al 2015. “Sono stato il primo capitano biancorosso della storica promozione in Prima nel 2014 - ricorda - stanno facendo una stagione grandissima e sarebbero primi in qualsiasi altro girone, ma hanno trovato un Cavarzere che vuole lasciare un qualcosa ai posteri. Bernardinello? Un caro amico - chiude Munari - peccato solo che non vedremo la partita insieme: io, spero, sarò in campo o in panchina, mentre lui siederà in tribuna, nella quale prevedo il record stagionale di pubblico, 400 spettatori”.

“Ma prima della gara io e l’amico Pierfrancesco ci stringeremo la mano - riprende il sindaco di Pettorazza - dal momento che poi in campo si prospetta un derby infuocato. Questa doppia veste di primo cittadino e vicepresidente del club, ruolo che ricopro dal 2007, è davvero bella, per chi ama il calcio avere una squadra che ti fa divertire ogni domenica è il massimo”. Bernardinello, che peraltro è socio-fondatore del Pettorazza, gongola per la grande stagione dei suoi. “Siamo contentissimi - dice - peccato solo non aver avuto a disposizione Mazzetto per tutto il campionato, forse avremmo qualche punto in più. Prima o poi vedremo se riusciremo a fare il grande salto - conclude - anche se, nel caso, dovremo valutare dei lavori allo stadio. Questioni che, eventualmente, affronteremo al momento opportuno”. E chi meglio di un sindaco per farlo?

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0