CAVARZERE

Una programmazione a 360 gradi

Il vicesindaco Parisotto: “I bandi pubblicati a fine anno ci hanno costretto a variazioni frenetiche”

Una programmazione a 360 gradi

05/05/2022

CAVARZERE - Un documento unico di programmazione corposo e variato in pochi mesi: “La giunta ha lavorato in modo frenetico per aggiungere le richieste di finanziamento dei bandi del Pnrr, ecco il perché delle variazioni frenetiche”, ha spiegato il vicesindaco Pierluigi Parisotto, insieme al sindaco Pierfrancesco Munari: “L’indicazione che ho dato alla giunta è stata quella di cercare di reperire più fondi possibile, e l’impegno in questi mesi è stato massimo”.

A partire dai primi mesi dell’anno il piano delle opere pubbliche di Cavarzere ha subito numerose modifiche, e a spiegarne i motivi è il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Parisotto: “Dalla fine dello scorso anno si sono succeduti una serie di bandi del Pnrr a livello nazionale; ognuno di questi mette a disposizione diverse somme da riversare nel territorio, ed è evidente che, laddove la giunta abbia inteso partecipare a queste richieste di finanziamento, ha dovuto preparare dei conti economici, lavorando in modo frenetico - spiega Parisotto - le richieste sono state quindi inserite nei programmi dell’amministrazione, (nel ‘dup’ o nel piano delle opere pubbliche) ed ecco perché le variazioni in tempi molto veloci”.

Di questo argomento si è parlato anche durante il consiglio comunale che si è tenuto venerdì scorso, nel quale è stato spiegato che sono molteplici le voci aggiunte al Dup cavarzerano, ma si tratta perlopiù di richieste di finanziamento, salvo per quanto riguarda la palestra della scuola media Aldo Cappon, per la quale era necessaria la presentazione dello studio di fattibilità approvato. L’esistente palestra, infatti, è stata analizzata dal punto di vista sismico, e della messa a norma, procedure che stanno alla base della possibilità di partecipare al finanziamento e quindi di poter reperire le risorse necessarie alla realizzazione dell’opera, previste per 2 milioni e 200mila euro, che serviranno all’abbattimento e ricostruzione della struttura.

“E’ sottodimensionata anche per le esigenze sportive dilettantistiche” ha chiarito Parisotto. “L’indicazione che ho dato alla giunta è stata quella di cercare di reperire più fondi possibile, e l’impegno in questi mesi è stato massimo - ha aggiunto il sindaco Munari - ci auguriamo che i risultati possano arrivare nell’immediato futuro”.

Qualche risultato già si scorge, con l’approvazione del bando “Più Sprint” della città metropolitana, grazie quale Cavarzere riceverà un milione e 570mila euro dal Pnrr per un corposo intervento di riqualificazione degli impianti sportivi di calcio e tennis di via Spalato. “Un risultato importante raggiunto in poco più di 6 mesi al governo di questa città - ha proseguito Munari - comunque, il cambio di amministrazione non lascerà nel cassetto i vari progetti avanzati dall’amministrazione precedente, uno di questi è il progetto ‘pinqua’ - che riguarda la riqualificazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica - anche se la modifica del cronoprogramma potrebbe modificare le carte in tavola”.

I tempi di realizzazione infatti sono stati dimezzati, visto che inizialmente era previsto un rientro dell’esborso in 10 anni, mentre ad oggi il termine è fissato per il 2026. La giunta porterà comunque avanti il programma, e gli interventi si svolgeranno in via Cavour e via Marconi.

“Ringrazio tutti gli assessori per la realizzazione del Dup - conclude Munari - e mi auguro di poter modificare il più possibile il piano delle opere pubbliche, perché questo significherebbe che Cavarzere porterà a casa dei soldi che modificheranno il layout della nostra città”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0