Union Clodiense alla prova del secolo

Il presidente Boscolo Bielo: “Domenica attesa da 45 anni”

“Ci giochiamo tutto in 90 minuti. E siamo qui grazie a una programmazione iniziata 4 anni fa”

Il presidente Boscolo Bielo: “Domenica attesa da 45 anni”

A sinistra i granata che esultano con il presidente Boscolo Bielo e il nipote

14/05/2022

CHIOGGIA - “Ci giochiamo tutto il campionato in una partita: è da 45 anni che aspettiamo quella domenica che ci possa far ritornare in Serie C”.

Ivano Boscolo Bielo, presidente dell’Union Clodiense Chioggia Sottomarina, è in fervente attesa, come tutti i tifosi granata e tutta la città, del match di domani contro la capolista Arzignano Valchiampo, che vale una stagione. Una vittoria significherebbe vincere il campionato di Serie D.

“Tutto questo è il frutto di una programmazione iniziata circa quattro anni fa e che ha visto un miglioramento costante stagione dopo stagione - spiega Boscolo Bielo - con il tecnico Antonio Andreucci abbiamo intensificato quel cammino di crescita che, negli ultimi due campionati, ci ha permesso di giocarci ora il campionato negli ultimi 90’. In settimana sono stato al campo per parlare a giocatori e staff: siamo consapevoli di essere già entrati nella storia, per i punti ottenuti che mai nessuna squadra chioggiotta aveva saputo totalizzare nel passato. Non è stato certo semplice realizzarlo, però quello che possiamo fare ora, tutti nel nostro ruolo, è di diventare quel gruppo, dai giocatori all’allenatore, dallo staff all’intera società, che ha riportato la Serie C in città”.

E a proposito di allenatore, una ulteriore iniezione di fiducia è arrivata ad Andreucci e, di riflesso, a tutta la squadra, sempre dal presidente: “Comunque andrà a finire domani, mister Andreucci rimarrà allenatore dell’Union anche il prossimo anno”. Una riconferma che Boscolo Bielo ha voluto dare per spingere ancor di più i giocatori a centrare il prestigioso traguardo.

“Sono orgoglioso di essere il presidente dell’Union Clodiense - prosegue il patron granata - di essere, dovessimo vincere, il primo chioggiotto che porta la squadra in Serie C. E sono orgoglioso che la città stia vivendo un momento che mancava da tempo. Dobbiamo comunque stare con i piedi per terra e affrontare l’Arzignano con la giusta concentrazione. I nostri avversari sono una squadra da rispettare, visto che hanno condotto meritatamente il campionato fin dall’inizio, e hanno avuto solo un leggero calo nel finale”.

“Faccio un appello ai tifosi fortunati che hanno trovato i biglietti - aggiunge Boscolo Bielo - e dall’altra parte mi dispiace che tanti non potranno vedere al ‘ Ballarin’ la partita: avevamo avuto richieste per 5mila biglietti”.

L’appello del presidente è ancora ai tifosi: “Incitiamo la squadra, vorrei che il pubblico potesse essere veramente il dodicesimo uomo in campo. Sono certo che i nostri sostenitori avranno un atteggiamento sportivo e che tutti sapranno comportarsi nella giusta maniera, con la speranza di poter festeggiare al triplice fischio”.

Infine “un ringraziamento all’amministrazione comunale e alla politica chioggiotta per la vicinanza manifestata in questi giorni”.

Ora non resta che attendere le 16 di domani, al “Ballarin” andrà in scena la madre di tutte le sfide. Gli sfortunati che non potranno essere allo stadio, la potranno seguire in diretta su Sportitalia, canale 60 del digitale terreste. Non sono previsti maxischermi in città.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0