Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

Venezia

Patto transnazionale tra i porti del Nord Adriatico

A Ravenna l'incontro dei rappresentanti del Napa con la coordinatrice europea del Corridoio Baltico-Adriatico

Patto transnazionale tra i porti del Nord Adriatico

VENEZIA - I Porti del Nord Adriatico riuniti nell'Associazione Napa (North Adriatic Port Association) che insieme movimentano oltre 2,8 milioni di Teus (unità di misura dei container) si sono dati appuntamento a Ravenna dove, venerdì mattina scorso, hanno incontrato la coordinatrice europea del Corridoio Baltico-Adriatico, Anne Jensen, per presentare i piani di sviluppo futuri del sistema portuale Napa incentrati su connettività, smart ports e greeen ports.

In occasione degli European Maritime Days, in programma nella provincia romagnola, i Porti di Trieste e Monfalcone, il Porto di Ravenna, il Porto sloveno di Koper (Capodistria) e il Porto croato di Rijeka (Fiume) coordinati dai Porti di Venezia e Chioggia che detengono la presidenza del Napa per tutto il 2022, hanno ribadito la volontà comune di proseguire e rilanciare il reciproco impegno lungo la rotta della cooperazione internazionale e rideterminare la strategia per il rafforzamento della competitività del sistema portuale Napa attraverso progettualità comuni e relativi investimenti, alla luce dei cambiamenti che stanno interessando gli ecosistemi portuali.

Durante l'incontro, l'associazione ha ottenuto il consenso della coordinatrice europea del Corridoio Baltico-Adriatico al proprio piano di azioni e in merito all'opportunità di dare attuazione a progettualità transnazionali comuni in materia di sostenibilità ambientale e transizione ecologica, politica energetica, innovazione e digitalizzazione, intermodalità e multimodalità, formazione e ricerca e di consolidare le altre progettualità in corso in ambito logistico e infrastrutturale.

“Sono particolarmente lieta di constatare che il Napa abbia ripreso nuovamente la propria attività. A mio avviso, l'attuazione della politica di implementazione dei corridoi Ten-T può beneficiare in modo significativo della cooperazione tra i porti Napa. La maggiore sostenibilità del nostro sistema di trasporto europeo richiede porti sempre più interconnessi sia fisicamente che digitalmente e in questo senso, ritengo positivo l’apporto del Napa” le parole di Anne Jensen. I Porti Napa hanno, inoltre, celebrato la giornata dell'“International Day for Women in Maritime 2022” ricordando l’importante apporto delle donne al settore, la necessità di ridurre il gender gap e garantire fattivamente la parità di genere nel settore portuale e logistico.

Fulvio Lino Di Blasio, presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico Settentrionale e Napa, ha sottolineato: "Il Nord Adriatico è una delle principali porte commerciali d'Europa e intendiamo diventare, attraverso la collaborazione e la cooperazione transnazionale, sempre più competitivi. Per raggiungere gli obiettivi identificati dalla Joint Declaration sottoscritta a dicembre scorso, abbiamo identificato un piano di azioni e di iniziative comuni di portata transnazionale sui temi della sostenibilità ambientale e dell'efficientamento energetico, della digitalizzazione delle procedure logistiche, dello sviluppo infrastrutturale e multimodale nonché del potenziamento delle attività di ricerca legate a questi ambiti che sono state positivamente accolte dalla Coordinatrice Europea del Corridoio Baltico-Adriatico, Anne Jensen. Questa accoglienza ci consente di proseguire con decisione lungo questa rotta per rilanciare, ciascuno per propria parte, i nostri ecosistemi portuali in un momento storico a dir poco complesso e in continuo cambiamento".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy