Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

ADRIATICO

Alle Tegnùe tornano le boe

L'associazione: "Manca però ancora un gestore certo per l'area di interesse comunitario"

Alle Tegnùe tornano le boe

CHIOGGIA - Alle Tegnùe tornano le boe di ormeggio, ma il futuro dell’area è ancora tutto da scrivere. Ad occuparsi, ancora una volta gratuitamente, dell’area al largo di Chioggia che è zona di tutela biologica, sito di interesse comunitario e zona speciale di conservazione, sono stati i volontari dell'associazione "Tegnùe di Chioggia" diretta dal sub professionistico Piero Mescalchin.

“La presenza della boe - spiega - oltre all’aspetto turistico subacqueo evidenzia che l’area non è abbandonata a se stessa, ma è solo in attesa che qualcuno se ne preoccupi veramente e non solo sulla carta. Finiti 5 anni fa i finanziamenti Regionali, (cosa saputa tra l’altro con ritardo e con molte contestazioni), tutto è rimasto bloccato. Solo con l’ aiuto dei volontari dell’Associazione “Tegnue di Chioggia” – onlus e dei Club Associati si è mantenuto alto l’interesse, non solo del lato turistico, ma anche dal punto di vista divulgativo, continuando le visite alle scuole di ogni ordine e grado, a Club Subacquei e a Circoli Culturali”.

Il futuro dell'area è ancora un mistero. Il Comune dovrà cercare di ottenerne la gestione, magari tramite una Fondazione o una Onlus. Nei mesi scorsi è circolata la possibilità che le Tegnùe possano essere associate al parco del Delta del Po.

Una ipotesi che vede molto critico lo stesso Mescalchin: “In questo modo si perde in gran parte autonomia e gestione diretta. La vedo come una grossa perdita di immagine e autosufficienza per tutta la città. Tutto questo, molto probabilmente, giustificato dalla poca fiducia che ha la Regione Veneto a causa del discutibile precedente operato dell’amministrazione locale. Sono personalmente deluso da queste nuove prospettive che fanno comunque male a Chioggia. Invito tutti quelli che vogliono che le Tegnue di Chioggia rimangano legate alla città a prodigarsi perché ciò avvenga facendo pressione a chi ora amministra”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy