Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

LA NOVITA’

Multe salate per i furbetti delle bici elettriche

Sstretta contro chi viaggia con le bici modificate che vanno alla velocità dei ciclomotori

Multe salate per i furbetti delle bici elettriche

CHIOGGIA – Multe salate ai furbetti delle bici elettriche: trema Chioggia, capitale dei velocipedi. Il Governo, nella bozza del Decreto Legge Trasporti all’esame del Cdm, ha previsto una vera e propria stretta contro chi viaggia, con la propria bici elettrica, a velocità di crociera più simili a un ciclomotore che a un velocipede. La normativa, infatti, parla chiaro. Il motore può aiutare il ciclista facendolo arrivare alla velocità di 25 km/h, poi deve necessariamente staccare. In caso il motore continui a funzionare o, peggio ancora, si possa far funzionare la bicicletta senza nemmeno pedalare, il mezzo viene equiparato a un ciclomotore e necessiterebbe di targa, casco e assicurazione. E le multe, in questo senso, sono pesantissime: da 1.084 a 4.339 euro. Non solo: le forze dell’ordine ora avranno la possibilità di colpire anche chi, questi mezzi, li vende già modificati o per chi effettua delle modifiche su commissione del cliente. In questo caso la sanzione prevista va da 845 a 3.382 euro.

A Chioggia le bici elettriche sono esplose: non c’è famiglia che non abbia acquistato almeno una bici a pedalata assistita, utilizzata soprattutto per gli spostamenti cittadini e, d’estate, praticamente da tutti per recarsi in spiaggia e tornare a casa.

E non tutte, vanno al massimo a 25 km/h. Ne sanno qualcosa due minorenni che, l’anno scorso, la polizia locale ha pizzicato in sella alle proprie bici mentre sfrecciavano a velocità sostenute senza quasi pedalare. Per loro è scattato il sequestro del mezzo e delle multe salatissime ovviamente per i genitori.

Gli agenti della polizia locale, sono in prima linea: “E’ un settore su cui cerchiamo di stare molto attenti per evitare abusi – spiega il comandante della polizia locale Michele Tiozzo – resta comunque il problema normativo dell’automatica equiparazione tra le biciclette elettriche ed i normali velocipedi. Servirebbe quantomeno l’obbligo di assicurazione e dell’uso di un casco protettivo leggero”. Novità anche per i monopattini che non potranno superare i 20 km/h. I nuovi modelli acquistati inoltre dovranno avere le frecce direzionali e la luce di stop e frenata posteriore. Le nuove regole dovevano entrare in vigore a luglio, ma tutto è slittato al prossimo settembre.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy