Cavarzere

Ipab Danielato, Tommasi nominerà il cda

Il sindaco di Cavarzere, nonostante per prassi tocchi alla nuova amministrazione, nominerà il nuovo cda, il secondo in un solo mandato

Ipab Danielato, Tommasi nominerà il cda

Il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi

27/08/2021

CAVARZERE - La linea sembra ormai tracciata: il sindaco di Cavarzere, Henri Tommasi, nominerà i nuovi componenti del consiglio di amministrazione dell’Ipab “Andrea Danielato”. Una decisione che è nei suoi poteri, visto che il cda scadrà il 5 settembre prossimo e, da quel momento, ci saranno 45 giorni di tempo per nominare il prossimo board che guiderà la casa di riposo. Ma è una scelta che sembra ormai presa, e le nomine dei cinque componenti arriveranno giusto un mese prima dell’appuntamento elettorale. Ed è proprio questo il nodo, visto che, per accordi non scritti, per cortesia istituzionale o per consuetudine, la nomina del nuovo cda della casa di riposo cavarzerana è sempre stato in capo alla nuova amministrazione comunale eletta, con un mandato della stessa durata.

Ma in questa particolare situazione, con le elezioni slittate da giugno a ottobre, si è di fronte a una anomalia. L’onere della nomina del cda spetta al sindaco, come stabilito dallo statuto dello stesso ente. La durata dell’incarico del cda è di cinque anni e l’ultimo è stato nominato il 5 settembre 2016, dopo che il precedente era scaduto il 22 luglio 2016. Il precedente cda, invece, era stato nominato il 22 luglio del 2011, ed era composto da Mauro Contadin, Michela Ronchi, Gianni Franzoso, Michele Bolzenaro e Paolo Vallese. Presidente fu eletto Mauro Contadin che, però, dopo nemmeno tre mesi si dimise per impegni di lavoro, lasciando spazio a Fabrizio Bergantin, nominato dal ricomposto cda nuovo presidente. Il mandato successivo furono confermato Bergantin e Ronchi, mentre subentrarono Ilaria Armarolli, Chiara Tasso e Alcide Benito Crepaldi.

Per Bergantin e Ronchi, quindi, non ci sarà la possibilità di un nuovo incarico, poiché non possono essere eletti più di una volta. E questa sarebbe la seconda per entrambi. Mentre per Chiara Tasso sembrano aprirsi le porte non solo della riconferma nel cda, ma pure della elezione a nuovo presidente dell’Ipab. Entro il 20 ottobre 2021, quindi, dovranno essere nominati i componenti del nuovo consiglio di amministrazione. E Tommasi, ancora in carica, sembra abbia tutta l’intenzione di farlo, e sarebbe il terzo cda di sua nomina in due mandati, il secondo consecutivo - situazione paradossale - nonostante, come precisato nello statuto, il cda dell’ente, essendo espressione politica, dovrebbe seguire i programmi quinquennali del sindaco insediato. Che non sarà di sicuro Tommasi, che ha già fatto due mandati, ma che potrebbe essere però il suo vicesindaco Paolo Fontolan, candidato in pectore del Pd e della civica di cui fa parte. Ma è altrettanto possibile sia uno tra gli altri due candidati sindaci, Pierfrancesco Munari della coalizione di centrodestra (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia) o Andrea Fumana de “L’altra Cavarzere”, lista sostenuta da Sinistra italiana.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0