Cavarzere

Bici in pezzi dalla Cina: sequestro milionario a un'azienda

L'accusa è di aver evaso tributi doganali: indagine per contrabbando aggravato e falso in atto pubblico.

Bici in pezzi dalla Cina: sequestro milionario a un'azienda

23/04/2022

CAVARZERE - Pezzi di bici importate illegalmente dalla Cina: guardia di finanza e ufficio delle dogane di Venezia hanno effettuato un sequestro preventivo da 2,2 milioni di euro nei confronti di una nota azienda di Cavarzere che produce e commercializza biciclette.

I responsabili sono accusati di aver evaso tributi doganali per pari importo, sono ora indagati per contrabbando aggravato e falso in atto pubblico. Le indagini, dirette dalla procura europea di Venezia e proseguite in collaborazione con il nucleo di polizia economico finanziaria della finanza, hanno permesso di raccogliere prove per confutare l’apparente legittimità delle importazioni delle componenti delle biciclette.

I militari, comparando i documenti acquisti nel corso di un sopralluogo nei locali dell'azienda, hanno ricostruito il flusso degli ordini ai fornitori cinesi, dai quali emergerebbe proprio la volontà di evadere il dazio dovuto. L'azienda avrebbe importato le singole componenti dell'oggetto in più spedizioni, per poi assemblarle in Italia. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0