Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

ALLOGGI ERP

Ater, passa il piano alienazioni da 2 milioni di euro

Il Comune di Cavarzere ha approvato la proposta di Piano di vendita che prevede l'alienazione di 99 immobili su 311 alloggi

ater[1].JPG

Alloggio Ater

VENEZIA - La Seconda commissione consiliare permanente ha espresso a maggioranza, senza voti contrari, i pareri di competenza in ordine ai Piani di vendita di alloggi di edilizia residenziale pubblica (Erp) nei Comuni di Castelmassa, Cavarzere e Farra di Soligo.

Il Comune di Cavarzere ha approvato la proposta di un Piano di vendita che prevede, su 311 alloggi complessivi, l’alienazione di 99 immobili, di cui 72 sfitti e 27 occupati, stimando l’introito derivante dalla vendita degli alloggi in 2.050.542 euro e dichiarando che i proventi saranno totalmente destinati a un piano di riqualificazione mirato al recupero del rimanente patrimonio alloggiativo di proprietà comunale.

Il Comune di Castelmassa ha approvato la proposta di un Piano di vendita per l’alienazione di 3 alloggi sfitti, pari al 50% del patrimonio comunale di Erp complessivo. La vendita è motivata dal fatto che gli alloggi, costruiti nel 1960 e trasferiti gratuitamente al Comune dallo Stato, sono vetusti e necessitano di urgenti interventi di manutenzione straordinaria con costi molto onerosi per l’Ente. E’ stato calcolato un presunto introito complessivo di 45mila euro con un prezzo medio di cessione stimato in 15mile euro ad alloggio.

Inoltre sono state votate le prese d’atto delle rendicontazioni sulle attività (anno 2021) delle Ater di Verona, Belluno, Rovigo, Vicenza, Padova, Treviso e Venezia che pone in capo al consiglio di amministrazione delle Ater l’obbligo di inviare entro il mese di febbraio di ogni anno al Consiglio e alla Giunta regionali una dettagliata relazione sulle attività aziendali svolte.

In particolare, è stata approvata, con i voti favorevoli della maggioranza e quelli contrari dell’opposizione, la rendicontazione dell’Ater di Verona, mentre sono state approvate a maggioranza, senza voti contrari, tutte le altre rendicontazioni.

Di seguito, alcuni dati che rappresentano la situazione complessiva dell’edilizia residenziale pubblica gestita dalle Ater del Veneto, sotto l’aspetto contabile e patrimoniale. I dati sono stati forniti dalle diverse Ater ed è possibile che gli Enti abbiano utilizzato metodologie di stima diverse per l’esposizione di alcuni valori e che abbiano riportato dati riferiti a insiemi non sempre direttamente confrontabili.

Con riferimento alle sette Ater nel loro complesso, questo il quadro contabile al 2020: 359 dipendenti, per un costo complessivo di 22,8 milioni di euro; un patrimonio netto di 1,291 miliardi di euro; utili per 7,15 milioni di euro; crediti per 64,6 milioni e debiti per 67,6 milioni.

Nell’anno 2021, con riferimento al patrimonio immobiliare, risultano: oltre 40 mila alloggi gestiti; 5.982 alloggi sfitti; 9.555 alloggi interessati da interventi di manutenzione, per una spesa complessiva di 30 milioni; morosità per 17,2 milioni (percentuale più bassa, il 4,69%, per l’Ater di Vicenza); canoni incassati totali per 44,7 milioni. L’Ater di Treviso presenta il valore più alto degli alloggi gestiti: 487,5 milioni.

Nei diversi interventi è stato sottolineato come il cosiddetto ‘Superbonus110’ rappresenta una grande opportunità anche per l’efficientamento degli alloggi Erp.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy