Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

L’ASSOCIAZIONE

Premio internazionale della bontà, i vincitori

A Milano verranno premiati suor Bianca Santori, Sebastian Sattin e Roberto Visentin

Premio internazionale della bontà, i vincitori

CAVARZERE - Premio internazionale della bontà: la ventiduesima edizione si terrà il primo ottobre a Milano, e verranno premiati suor Bianca Santori, che ha aperto una casa famiglia in Romania dove accoglie i poveri, Sebastian Sattin che dedica le sue giornate alla cura della madre malata, e Roberto Visentin, calzolaio che ripara gratuitamente le scarpe alle persone in difficoltà.

È il presidente del comitato della croce, Fiorenzo Tommasi, ad avvisare che la ventiduesima edizione del “Premio internazionale della bontà - la giornata del cuore” di quest’anno si svolgerà a Milano, nella chiesa Sant’Angelo, sabato promo ottobre alle 20. La manifestazione sarà celebrata con la collaborazione del sindacato di polizia fsp e con la “fer.vi.credo” (feriti e vittime della criminalità), e sarà presentata da Nicla Sguotti, oltre a vedere la partecipazione di tutti i componenti della commissione, presieduta da Vincent Tummino, che hanno contribuito all’assegnazione del premio: Laura Artico, Mihaela Atasii, Laura Bizzarro, Giuseppe Cassetta, Maela Celio, Alessandro Cerrai, Luigi Degan, Roberto Destro, Fiorella Gibin, Antonella Gnocco, Franco Maccari, Giuseppe Mainardi, Michela Mazzetto, Antonella Moretto, Cinzia Panuccio, Lucio Scarpa, Mirko Schio e Nicla Sguotti.

I premiati quest’anno sono tre: suor Bianca Santori, missionaria in Romania che nel 1994 ha aperto una casa famiglia a Sighet, ai confini con l’Ucraina, dove accoglie bambini abbandonati, famiglie alle prese con la povertà, ragazzi di strada e madri bisognose; Sebastian Sattin, ragazzo di Monselice che, fin da piccolo, dedica le proprie giornate alle cure e al conforto della madre gravemente malata; Roberto Visentin, calzolaio di Cinisello Balsamo che ripara le scarpe “a credito” per le tante persone che a causa del Covid hanno perso il lavoro, per gli anziani o per i pensionati in difficoltà.

Oltre ai tre “vincitori”, saranno consegnati ulteriori particolari riconoscimenti a coloro che condividono, pur nella rispettiva posizione sociale e a diverso titolo, lo spirito di solidarietà che caratterizza l’associazione cavarzerana.

Oltre ad alte cariche civili, militari e religiose, alla manifestazione saranno presenti i soci onorari dell’associazione di Cavarzere: Amelia Vargiu, Bruno Avi, e Vincent Tummino, presidente della international Columbia association dei vigili del fuoco di New York. Onorerà l’evento anche il vice comandante legione Carabinieri della Lombardia colonnello Giuliano Polito, che il comitato della croce ringrazia per l’accoglienza riservata a Milano e per la fattiva collaborazione.

Peraltro, in ricordo di tutti coloro che sono rimasti vittime del terrorismo della mafia, del dovere e di ogni forma di criminalità, domenica 2 ottobre 2022, sarà celebrata una messa, sempre nella chiesa Sant’Angelo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy