L'addio al bimbo

"Un dolore così non lo auguro nemmeno a un cane"

Le parole di papà Stefano nel giorno del funerale di Francesco Pascetta

"Un dolore così non lo auguro nemmeno a un cane"

11/05/2022

CONCHE - C'erano i suoi amici in grembiule blu e c'erano le maestre di Francesco Pascetta ad accogliere, stamattina alle 10 nella parrocchia di Conche, il feretro bianco e piccolo di Francesco Pascetta, il bimbo venuto a mancare per una crisi respiratoria il 30 aprile dopo aver contratto il Covid. 

C'era papà Stefano piegato sulla bara, mentre mamma Fiorella ha potuto seguire da casa la celebrazione straziante. "Un dolore così non lo auguro nemmeno a un cane o a un gatto". Don Massimo Fasolo ha ricordato questa frase detta dal papà Stefano pochi giorni fa al sacerdote.

E questa frase non ha potuto che rispondere con il silenzio il don, che ha visto crescere Francesco, che oggi avrebbe compiuto appena 7 anni. "Non ci sono parole, se non che vi siamo vicini nell'affetto e nella fraternità".

L'unica consolazione che il don trova per i presenti all'ultimo saluto di Francesco è che siamo davanti a un angelo, o un supereroe, ha usato questo paragone per i più piccoli. "Buon compleanno Francesco, continueremo a festeggiarti quando ti incontreremo di nuovo, in Cielo, intanto continuiamo a lavorare, fare tante cose belle con te che ci aiuti dall'alto. Nostro Angelo, Super-Eroe che supera quelli dei fumetti". 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0