Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

Polizia

Andava a 200 all'ora, inseguito da Venezia a Padova

E' successo nella notte tra l'1 e il 2 giugno

Andava a 200 all'ora, inseguito da Venezia a Padova

VENEZIA - Da Marghera a Padova a 200 all'ora inseguita dalla polizia. Il lungo inseguimento di una Bmw con targa italiana è avvenuto nella notte tra ieri e oggi uto in fuga ad alta velocità nella notte, un lungo inseguimento che è iniziato a Marghera e si è concluso a Padova. Alla fine la polizia è riuscita a fermare la macchina ma non l'uomo alla guida, che si è dileguato a piedi. L'episodio risale alla notte tra mercoledì e giovedì. Era circa l'una e mezza quando le volanti hanno imposto l'alt a una Bmw con targa italiana che stava transitando in via Fratelli Bandiera con quattro persone a bordo.

L'automobilista non si è fermato, anzi. Ha premuto sull'acceleratore ed è fuggito. La volante ha iniziato a tallonare la macchina mentre questa, correndo sempre più forte, cercava di seminare gli inseguitori. Percorso un certo tratto di strada urbana è arrivata al casello autostradale, dove ha sfondato la barriera e ha preso la direzione Milano. Nel frattempo sono intervenuti i rinforzi e anche le pattuglie della polizia stradale si sono messe all'inseguimento. Una corsa folle a oltre 200 all'ora, che si è protratta per una trentina di chilometri.

C'è stato uno scontro, che finalmente ha bloccato la corsa del fuggitivo. A quel punto le persone a bordo sono scese e hanno tentato di allontanarsi a piedi: due di loro sono riuscite a scappare nella campagna circostante, le altre due sono state bloccate e poi denunciate per resistenza. In queste fasi concitate, durante l'inseguimento nei campi, uno dei poliziotti è rimasto leggermente ferito. Altri due hanno riportato lievi conseguenze nello scontro tra le auto.

All'interno della macchina gli agenti hanno trovato un'arma da taglio, probabilmente un machete. Dagli accertamenti, inoltre, è emerso che gli uomini fermati hanno dei precedenti penali. È possibile che, al momento in cui sono stati intercettati a Marghera, stessero compiendo dei danneggiamenti o dei furti nelle auto in sosta.

 
 
 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy