Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

LA GRANDE FESTA

Cavarzere, Comune europeo dello sport

Dopo il successo travolgente delle otto serate, l’amministrazione si pone il traguardo

Cavarzere, Comune europeo dello sport

Dopo il successo travolgente delle otto serate, l’amministrazione si pone il traguardo

CAVARZERE - “Sport in Comune” è stata un successo: le otto serate hanno portato vigore al centro storico, coinvolgendo più di 20 associazioni sportive.

Soddisfatto l’assessore allo Sport, Mattia Bernello: “Abbiamo potuto assistere alle esibizioni di tanti sport diversi, coinvolgendo associazioni cavarzerane e non. Sarà un volano per candidare Cavarzere a Comune europeo dello sport”.

Si è conclusa in bellezza la festa dello sport, che dopo anni di assenza è tornata ad animare piazza del Municipio, coinvolgendo più di una ventina di associazioni sportive del territorio e dei Comuni limitrofi.

Una festa che ha presentato lo sport a 360 gradi, portando in piazza tornei, esibizioni e dimostrazioni di diverse discipline nelle varie categorie; tra questi il crossfit, la pallavolo, la danza, ginnastica artistica, ballo, esibizioni fitness, dimostrazioni di “speedcubing”, kick boxing, tennis, calcio maschile e femminile, agility dog, basket, ciclismo e box.

Ma non solo, sono stati premiati anche gli atleti cavarzerani che si sono distinti negli sport a livello regionale, provinciale e nazionale, oltre ad organizzare spazi espositivi dedicato ad associazioni che hanno potuto coinvolgere la cittadinanza: la società cooperativa sociale “La Goccia” è stata presente entrambi i weekend per presentare il progetto inclusivo “Remoove test center” per un turismo accessibile e la mobilità inclusiva, per il quale molte persone hanno mostrato curiosità e interesse.

La manifestazione è iniziata lo scorso venerdì 10 giugno, ed è terminata sabato 18, offrendo al pubblico diversi intrattenimenti divisi nelle otto serate. In particolare, la penultima è iniziata con una partita di basket dell’associazione “Scuola basket Polesine”, al termine della quale tutti gli atleti sono stati premiati dall’assessore allo Sport, Mattia Bernello; a partire dalle 20, invece, presente in piazza la scuola di ciclismo “Lions D” di Cavarzere in collaborazione con il “Godiforte bike team” e l’associazione “GC San Bortolo”: i “Lions” hanno percorso uno sprint lungo via Roma, mentre il “Godiforte” ha potuto intrattenere i presenti con una dimostrazione di mountain bike per i più piccoli. Per finire alle 21.30 ha avuto inizio un torneo 4 contro 4 della “scuola basket Polesine”, che - diviso in due giornate - è proseguito anche nella serata successiva, quella di sabato, cioè l’ultima della manifestazione; è iniziata con un’esibizione della boxe di Cavarzere, per la quale è stato montato un ring, ed è proseguita con il torneo della scuola basket guidata da Giuseppe Augusti, che alla fine ha decretato le 4 squadre migliori, premiate con una coppa e altri riconoscimenti grazie ad alcuni sponsor.

Presenti ad entrambe le serate finali spazi espositivi per le special bike della società cooperativa sociale “La Goccia”, ma anche l’associazione italiana arbitri di Adria e “Sea lagoon” di Chioggia.

L’assessore peraltro, ha tenuto a sottolineare che le feste dello sport a Cavarzere non avevano mai avuto il patrocinio di tre enti importanti che quest’anno hanno deciso di sostenere la manifestazione: la regione Veneto, la città metropolitana e il Coni regionale.

Questo vuole essere un volano per candidare Cavarzere a Comune europeo dello sport, per questo sarà molto importante seguire i piani del Pnrr - conclude - Siamo già riusciti ad ottenere un finanziamento dallo Stato per la riqualificazione degli impianti sportivi di via Spalato, (un milione e 570mila euro per il progetto di “valorizzazione funzionale dell'impianto sportivo comunale di via Spalato quale punto strategico di aggregazione sociale e sportiva nel territorio”, che riguarderà il campo da calcio e i campi da tennis, l’efficientamento degli spogliatoi, la sistemazione delle tribune e della pista di atletica leggera ndr). Punteremo a riuscire a portare a casa i soldi per la costruzione da zero per un palazzetto polivalente, che potrà essere usufruito da varie associazioni, oltre ad essere dedicato interamente alla scuola”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy