Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

Baruffe in aula

L'aula sostiene Penzo "interrotta troppe volte"

Il richiamo al rispetto del regolamento dopo l'ordine del giorno di Alessandra Penzo contro Montanariello

L'aula sostiene Penzo "interrotta troppe volte"

Alessandra Penzo di Obbiettivo Chioggia

CHIOGGIA - Caso Penzo – Montanariello: approvato in consiglio comunale l’ordine del giorno in cui la consigliera di Obbiettivo Chioggia chiedeva il rispetto del regolamento comunale.

Alessandra Penzo ha portato avanti la sua battaglia dopo il battibecco avuto a più riprese, sia in commissione consiliare che in consiglio comunale, con il collega Dem Jonatan Montanariello. La Penzo ha denunciato di essere stata più volte interrotta e attaccata fuori microfono.

"Troppe volte - scrive la Penzo nell'ordine del giorno - si parla di bullismo e mobbing nel mondo del lavoro, ma troppe poche volte viene portata alla luce la cattiva abitudine di qualcuno di far passare le sedute consiliari come una commedia Goldoniana. Stanca di dover subire determinati atteggiamenti, chiedo di essere tutelata come consigliera eletta dai cittadini".

In particolare la Penzo ha chiesto il rispetto degli articoli 48 e 49 del regolamento del consiglio comunale che prevedono anche l'allontanamento dell'aula per un consigliere che non lascia esprimere il proprio collega liberamente o che lo insulta con parole non consone alla situazione. Il consiglio lo ha votato praticamente all’unanimità.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy