Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

L’ALLARME

Siccità, l’appello del sindaco Munari, “acqua con parsimonia”

No al lavaggio veicoli, riempimento di piscine e lavaggio cortili

Po Siccità 10

Adige Siccità 0

CAVARZERE - “Confido nella sensibilità dei cittadini per la limitazione dell’uso dell’acqua”: lo ha scritto nei social il sindaco Pierfrancesco Munari, a fronte della drammatica situazione di crisi idrica.

“Vista la carenza di disponibilità idrica nel territorio regionale, e alla luce dell’ordinanza 37 del 3 maggio 2022 che ha sancito lo stato di crisi idrica, è consigliato limitare l’irrigazione e l’innaffiamento di orti giardini e prati, il lavaggio di aree cortili e piazze, il lavaggio privato di veicoli, il riempimento di piscine, fontane e vasche, e tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico e di igiene personale - ha avvisato il sindaco Pierfrancesco Munari - confido nella sensibilità dei cittadini”.

Una situazione che è ormai drammatica quella della crisi idrica, che ha costretto la regione del Veneto a dichiarare lo stato di crisi in tutto il territorio a causa della scarsità di pioggia, della mancanza di neve e delle modeste riserve idriche accumulate nei serbatoi idroelettrici montani. L’ordinanza del presidente, Luca Zaia, raccomanda a tutti di usare l’acqua con parsimonia, limitando il consumo al minimo indispensabile, oltre ad invitare a ridurre il consumo di acqua per tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico e per l’igiene personale, con particolare riferimento all’annaffiatura di orti, giardini e prati, al lavaggio di cortili, piazzali, auto e veicoli, al riempimento di piscine, fontane ornamentali e vasche da giardino.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy