MERCATO ITTICO

“Fermo pesca biologico in un momento delicato”

Da oggi e fino al 5 settembre stop ai pescherecci . Mazzaro: “Ma il settore è in agitazione"

“Fermo pesca biologico in un momento delicato”

31/07/2021

CHIOGGIA - Stop alla pesca da oggi fino al 5 settembre. Tutte le flotte dell’alto Adriatico si fermano e non sarà possibile consumare prodotto fresco nostrano per oltre un mese. Le date, come sempre, sono stabilite dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Un provvedimento che regola la pesca durante i periodi riproduttivi dei principali organismi marini oggetto di commercializzazione. Si concentra principalmente su alcuni sistemi di pesca (reti a strascico, reti a divergenti e reti volanti) per garantire la salvaguardia della fauna marina.

“Anche per quest’anno - commenta il direttore del Mercato Ittico all’ingrosso di Chioggia Emanuele Mazzaro - il fermo pesca giunge in un momento delicatissimo. Tutto il settore ittico è in agitazione permanente e la manifestazione di Venezia del 12 giugno è stato solo uno dei primi tasselli di una serie d’iniziative di sensibilizzazione e ‘pressing istituzionale’ che ci porterà alla celebrazione degli Stati Generali della Pesca per fine autunno a Chioggia”.

Il decreto ministeriale è stato sottoscritto dal sottosegretario e senatore Francesco Battistoni che ha fatto visita di recente a tutti i luoghi simbolici della pesca a Chioggia. “Durante l’incontro – continua Mazzaro - con il sottosegretario abbiamo potuto cogliere l’attenzione del Governo, concentrato sulle questioni Covid, anche sul destino della pesca italiana. Ho personalmente espresso alle istituzioni la mia preoccupazione verso un approccio di certa politica-informazione che rischia di minare alla base la sopravvivenza economica delle imprese del settore, che nel nostro territorio rappresentano un’eccellenza ‘storica’ oltre che economica e qualitativa. In questo periodo di ferma - conclude - il Mercato sarà comunque sempre aperto. La fornitura di prodotto sarà garantita dalla piccola pesca e dalle importazioni nazionali ed estere, che pur non rappresentando la nostra peculiarità, potranno, perlomeno, soddisfare il consumo locale e il settore horeca”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0