Chioggia

Il ministro Patuanelli lunedì all'asta del pesce del Mercato ittico

Il direttore Mazzaro: "Gli chiederò una particolare attenzione per l’intero settore ittico, dopo le restrizioni sullo sforzo pesca chieste dall'Ue"

Il ministro Patuanelli lunedì all'asta del pesce del Mercato ittico

18/09/2021

CHIOGGIA - Il ministro del Mipaaf del Governo Draghi Stefano Patuanelli è atteso lunedì 20 settembre in sala aste del Mercato Ittico all’ingrosso di Chioggia di via Poli 1. Il delegato alla pesca dell’esecutivo sarà – infatti – a Chioggia in occasione della campagna elettorale per il rinnovo dell’amministrazione cittadina e non ha voluto perdere l’occasione di visitare personalmente la rituale asta del pesce del pomeriggio, meta in questi giorni di un’altra visita, meno ufficiale ma che ha registrato una vasta eco, quella dell’influencer Canal il Canal apprezzatissimo dal Governatore del Veneto Luca Zaia.

Emanuele Mazzaro, amministratore unico di Sst spa società servizi territoriali e direttore del Mercato Ittico all’ingrosso di Chioggia è molto soddisfatto: “ll ministro Stefano Patuanelli sarà da noi alle 15 per assistere ad un momento non solo commerciale ed economico, ma ad una rappresentazione esemplare di un’attività sana e tradizionale come l’asta del nostro eccellente pesce fresco dell’Adriatico e della Laguna di Venezia, che incarna uno dei simboli più rappresentativi della nostra città, del suo profondo vissuto e del suo indissolubile legame con il Mare Adriatico, un giorno chiamato Golfo di Venezia”. 

Qui Patuanelli incontrerà gli operatori durante l’asta e la marineria in rientro dalla battuta di pesca. Saranno presenti esponenti delle associazioni di categoria del settore e dei sindacati. “Al Ministro chiederò una particolare attenzione per il futuro ma – soprattutto – per il presente dell’intero settore ittico che versa in acque agitate a causa anche dei timori di ulteriori restrizioni sullo sforzo pesca annunciate dalla commissione europea. Sarà anche l’occasione per mostrare l’impegno del mondo della pesca a rinnovarsi in chiave sostenibile, seppur con una severa attenzione verso la sostenibilità economica contro politiche troppo rigide e penalizzanti per il settore. Negli ultimi anni questa marineria si è resa consapevolmente partecipe di ogni sforzo per migliorare la salute dei nostri mari con progetti addirittura avveniristici sul tema ambientale come Margnet per la produzione di combustibile generato dal rifiuto marino – il famoso marine litter o per la sostituzione delle cassette in polistirolo con materiali non impattanti".

"Lo inviterò infine ad aprire i lavori degli Stati Generali della Pesca previsti quest’inverno proprio a Chioggia: una due giorni di full immersion dedicato al vasto ed emergente mondo della Blue Economy con incontri, talks e dibattiti, riflessioni, cooking show, proiezioni ed eventi correlati: un momento atteso dal settore ittico nazionale in un periodo di così grave difficoltà ed incertezza, ma offrendo spunti e temi di rinascita e sviluppo” conclude Mazzaro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0