Turismo

Venezia di nuovo invasa, arriva il pass per la città

Il Comune invita a registrarsi per avere incentivi

40mila euro di multe ai bus turistici

19/04/2022

VENEZIA - Calli e campi strapiene di turisti. In un attimo Venezia si è ritrovata invasa in media da 125mila visitatori con punta di 140mila tornando com'era prima della pandemia. Se da un lato significa che il turismo sta ripartendo, dall'altro solleva ancora la questione di come regolarizzare l'accesso in città. E l'assessore Venturini annuncia il pass per entrare in città.

"Oggi in tanti hanno capito che la prenotabilità della Città è la strada giusta da intraprendere, per una gestione più equilibrata del turismo" ha scritto ieri su Twitter il sindaco Luigi Brugnaro, rallegrandosi per la ripartenza del turismo nella città. "Saremo i primi al mondo in questa difficile sperimentazione" ha aggiunto. Venezia si avvia dunque verso l'obbligo di prenotazione per i turisti che vogliono visitare la città e, a partire dalla prossima estate, avvierà la sperimentazione

Intanto i turisti giornalieri che saranno invitati a prenotarsi in un sito collegato al Comune. "Chi si prenota riceverà degli incentivi che possono essere una riduzione all'ingresso a dei musei o altre forme che stiamo perfezionando e che verranno rese note nelle prossime settimane. Chi non si prenota non avrà nessun incentivo. Tutto questo è funzionale alla partenza nel 2023 dell'attivazione del contributo di accesso". 

Attualmente Venezia è dotata della cosidetta Smart Control Room dove vengono elaborati tutti i dati registrati dai sensori sparsi ovunque in città. "Ribadisco che non viene lesa la privacy. I sensori agganciano la cella telefonica e riconoscono dal prefisso la provenienza del soggetto e dagli spostamenti se è un turista giornaliero, se è pernottante e così via" continua Venturini. "Grazie a questo sistema riusciamo per la prima volta a sapere con certezza quante persone sono in città". 

A Venezia negli ultimi giorni sono ricomparsi i turisti americani (quasi il 7%), mentre si sono riconfermati i tedeschi (20%) seguiti dagli inglesi (13%), francesi (12%) e spagnoli (11%).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0