Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

Agricoltura

Sicurezza e legalità in agricoltura, "impegno al massimo"

L'assessore regionale Cristiano Corazzari intervenuto a Ca' Corner a Venezia

Cristiano Corazzari

Cristiano Corazzari, assessore alla Caccia della Regione Veneto

VENEZIA - “Parlare di legalità nel settore agricolo significa andare a porre l’attenzione su politiche e azioni destinate a garantire il contrasto allo sfruttamento lavorativo nonché alla contraffazione, la sofisticazione e la concorrenza sleale nel settore agro alimentare e, più in generale a tutte quelle forme di illegalità, anche di stampo mafioso. Questo per la Regione Veneto è un elemento fondamentale che ci ha indotti ad aderire a questo protocollo d’intesa capace di garantire la più ampia rete possibile a tutela della legalità”.

Così Cristiano Corazzari l’Assessore regionale al territorio, cultura e sicurezza è intervenuto a Ca’ Corner a Venezia, su delega del Presidente della Regione, per i saluti in apertura del roadshow dedicato alla legalità promosso da Coldiretti Veneto e Unioncamere. Nell’occasione la Regione del Veneto, attraverso la sottoscrizione di un protocollo d’intesa, insieme alla Prefettura di Venezia e a Coldiretti si è impegnata a formalizzare un percorso di promozione della legalità, già avviato da anni, in tutti i passaggi della filiera agroalimentare, dal produttore al consumatore. Il protocollo d’intesa, primo del genere siglato in Italia sulla scia del decreto sulle pratiche sleali, intende garantire l’applicazione di regole eque sui contratti stipulati lungo tutto il percorso di filiera dal produttore al consumatore.

È fondamentale tenere in considerazione che si tratta di argomenti che riguardano più settori e politiche e, quindi, devono essere affrontati con un approccio multidisciplinare e multisettoriale – precisa ancora l’Assessore regionale alla sicurezza-. Per noi sicurezza significa anche contrastare azioni scorrette e favorire la virtuosità,tutelando chi rispetta le regole. Per questo ci impegniamo a far sì che quanto previstodal protocollo sia messo in atto a tutela del lavoro delle nostre imprese agricole,elemento centrale del tessuto socioeconomico del Veneto come di tutta Italia”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy